SEGUICI!

CERCA BIO


Seleziona la Regione
Tipo di attività
Prodotti
Certificazioni

Eventi BIO


Novembre 2018 Dicembre 2018 Gennaio 2019
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Accedi



Notizie Flash

I fagioli aiutano a restare in forma! Chi mangia spesso questi legumi ha un rapporto migliore con la bilancia. Mettere regolarmente in tavola i fagioli comporta sì qualche «effetto collaterale» che, però, pare ben controbilanciato da diversi benefici come conferma uno studio canadese pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition.

Pubblicità

Link consigliati:
Newsfood!
Newsfood! L'informazione ecologica.
Rivieradelconero.it
Scegli una vacanza a contatto con la natura nel Parco del Conero.
Adnova.it!
Consulenti tecnologici per la tua attività in proprio
Slow food
Buono, pulito e giusto



I Legumi I legumi
I legumi E-mail
Scritto da GP   

I legumi biologici sono coltivati secondo le regole dell'agricoltrura biologica: ovvero senza pesticidi e sfruttando le colture locali e naturali. I legumi biologici sono i semi commestibili delle piante appartenenti alla famiglia delle leguminose (Papillonacee). Le leguminose possono essere consumate  allo stato fresco, secco, surgelati e conservati. I legumi biologici   più comuni sono il fagiolo, la fava, il pisello, il cece, la lenticchia, la soia e l'arachide. Le leguminose più usate in Italia sono: i fagioli, i piselli, le fave, le lenticchie, i ceci, scarso il consumo di lupini ed eccezionale quello di cicerchie. I legumi secchi e quelli in scatola sono disponibili tutto l'anno, quelli freschi sono disponibili in estate.

Valori nutrizionali
La composizione dei legumi biologici varia a seconda della specie. Tutti sono buone fonti di proteine, secondi solo ai cereali come fonte proteica dell'alimentazione mondiale (soprattutto quella dei paesi asiatici). I legumi freschi sono semi immaturi, ad elevato contenuto d’acqua, le cui caratteristiche nutrizionali li fanno rientrare nel gruppo delle verdure e degli ortaggi. I legumi secchi sono un’ottima fonte di di proteine, ne contengono infatti più del doppio dei cereali e più delle stesse carni, ma di qualità inferiore.  I glucidi, nelle leguminose, sono presenti sottoforma di oligosaccaridi (responsabili della flatulenza) e di amido. Sono un'ottima fonte di fibre solubili, che rigonfiano durante la cottura formando un gel. I legumi contengono inoltre discrete quantità di sali minerali, in particolare potassio. Questi alimenti sono in grado di abbassare la colesterolemia, grazie al buon contenuto in lecitina.

I vantaggi di una dieta a base di legumi


L'elevato contenuto in fibre rende i legumi biologici alimenti sazianti e contribuisce a prevenire condizioni ai limiti con la patologia quali dislipidemie lievi, diverticolosi del colon, stitichezza, sovrappeso o altre situazioni patologiche, come la malattia coronarica, l’aterosclerosi, il diabete, l’obesità e le altre malattie dismetaboliche, i tumori maligni del grosso intestino e la calcolosi della cistifellea. I legumi sono tra gli alimenti vegetali più ricchi di calcio.I legumi biologici sono alimenti economici e "solidali" dato che possono essere utilizzati al posto della carne risparmiando risorse naturali ed economiche. Per produrre un chilo di carne bovina occorrono infatti ben 16 chili di grano e soia; l’energia consumata per produrla è dieci volte superiore a quella necessaria per produrre proteine vegetali. Se per certi aspetti il valore nutritivo dei legumi biologici è inferiore a quello della carne, per altri è decisamente superiore (anche dal punto di vista della sicurezza e della presenza di sostanze estranee).Consumare regolarmente legumi, frutta secca e altri cibi ricchi di proteine, sia nel contesto di una dieta vegetariana che di una dieta onnivora, comporta notevoli vantaggi per la salute, riducendo il rischio di malattie croniche. Questi cibi sono un'importante fonte di nutrienti essenziali per garantire le funzioni dell'organismo e per il mantenimento della salute. Le Linee Guida Dietetiche americane raccomandano l'assunzione di frutta secca e semi quali fonti di proteine ma anche di acidi grassi mono e poliinsaturi, da privilegiare rispetto ai grassi delle carni.

Consumare legumi biologici:

  • permette di ridurre l'assunzione di sostanze non salutari, contenute nei cibi animali proteici.
  • mantiene i valori di colesterolo nel sangue a livelli ottimali.
  • migliora l'asse insulina/glucagone e di ridurre il rischio di diabete mellito.
  • La soia e i prodotti da essa derivati sono in generale una fonte concentrata di proteine vegetali di ottima qualità.
  • abbassa i livelli di colesterolo-LDL e di pressione arteriosa, principali fattori di rischio di arteriosclerosi.
  • si è dimostrato protettivo nei confronti di alcuni tipi di tumore (colon, pancreas e prostata).
  • riduce il rischio di malattia coronarica.
  • riduce il rischio di alcuni tipi di tumore (colon, mammella, prostata).
  • aiuta a mantenere regolare la funzionalità intestinale.
  • aiuta a mantenere il peso corporeo sotto controllo.
  • conferisce protezione nei confronti di infezioni, tumori, diabete, ipertensione e malattie cardio e cerebrovascolari.

 

 

Tags:
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Vacanze

Ecologia